Bollettini di Guerra – Odyssey Dawn 21 Marzo. (Parte Terza)

21 03 2011

Le notizie continuano ad arrivare dal fronte di Odyssey Dawn. Noi continuiamo a seguirle.

La Russa, probabili altri due aerei
21 marzo, 19.38
E’ probabile ci sia un incremento di due aerei che si aggiungeranno agli 8 già a disposizione della coalizione che sta conducendo le operazioni in Libia.
La Russa afferma che i nostri aerei non hanno un armamento dirompente perchè non è stato richiesto ed esclude “al mille per mille” che nostri aerei abbiano provocato feriti.
Fonte: Ansa.it

Tutto sommato la cosa sembrerebbe positiva, sia nell’ottica del maggiore sforzo di cui si è parlato, sia in quella delle rassicurazioni fatte all’opinione pubblica. Ovviamente bisogna fidarsi, anche se finora nessuna fonte ha smentito La Russa.

Gates: Errore eliminare Gheddafi
21 marzo, 19.42
Per il segretario di Stato alla Difesa degli Usa, Robert Gates, sarebbe un errore per la coalizione internazionale porsi l’obiettivo di eliminare il colonnello Gheddafi. Da Mosca, Gates annuncia anche che gli Stati Uniti ridurranno presto la loro partecipazione alle operazioni in Libia. Da New York il portavoce del Dipartimento di Stato, Mark Toner, ribadisce che l’obietto è l’uscita di scena di Gheddafi e che l’intervento è per proteggere i civili, non per sostenere l’opposizione.
Fonte: Ansa.it

Cose già dette è vero, però il fatto che arrivino da Mosca può avere diverse interpretazioni, come ad esempio un tentativo di sedare i russi che si sono già detti contrari all’intervento in Libia.

Obama, Gheddafi deve andarsene
21 marzo, 20.27
E’ la politica degli Stati Uniti affermare che Gheddafi deve andarsene. Lo ribadisce, da Santiago del Cile, il presidente degli Usa, Barack Obama, annunciando che la Nato sarà coinvolta nel coordinamento delle future operazione in Libia. Per Obama la leadership Usa garantisce la legittimità internazionale ma nella seconda fase militare, quella di transizione, gli Stati Uniti saranno uno dei partner tra i tanti della coalizione.
Fonte: Ansa.it

Si evince facilmente il messaggio nascosto tra le parole di Obama: l’impegno in Libia non sarà di breve portata (crediamo…) e alla fase attuale ne seguirà un’altra. Forse, azzarderei, con la costruzione di basi USA-NATO nel Paese. (Sottolineo che non ho nessuna fonte a sostegno, è solo una supposizione) Degno di nota il fatto che Obama afferma che saranno uno dei partner tra i tanti. Realtà o manovra di propaganda? Gli USA rinunceranno a un ruolo di leadership?

Piloti italiani: Obiettivi colpiti
21 marzo, 19.58
“Missione compiuta”: così i piloti da caccia italiani di ritorno alla base di Trapani commentano l’attacco sferrato ieri sera dall’aeronautica militare italiana contro le difese antiaeree libiche, nell’ambito dell’operazione “Odissey Dawn”. “L’operazione di soppressione delle difese degli avversari condotta dai nostri apparecchi è stata positiva. Gli obiettivi sono stati colpiti. La zona interessata era nei pressi di Bengasi”.
Fonte: TM-News.it

Sentirsi presi in giro potrebbe essere facile, visto che fino a poco fa ufficialmente le azioni di ieri sera non avevano visto sparare nemmeno un colpo da parte dei nostri Tornado, mentre le cose sembrerebbero diverse alla luce di queste nuove dichiarazioni. Eppure bisogna capire che la guerra funziona anche così, proprio per questo è importante essere aggiornati; le notizie sono in costante variazione e spesso vengono rese note solo quando viene ritenuto opportuno da chi muove i fili. I Tornado dunque hanno colpito bersagli.

NdA: Ovviamente si parla sempre di bersagli colpiti con gli AMG-88 HARM; niente di particolarmente letale dunque, anzi.

Aggiornamento: da alcune fonti sembrerebbe che siano state male interpretate le dichiarazioni e gli aerei che hanno colpito bersagli siano quelli partiti oggi (Trovate la news qualche bollettino fa) e non ieri. Sembrerebbe più plausibile.

Tripoli sotto attacco
21 marzo, 21.06
Colpi di contraerea seguiti da esplosioni sono stati sentiti a Tripoli nella zona in cui si trova il bunker di Muammar Gheddafi. Lo riferisce la France Press, mentre la tv di stato sottolinea che la capitale e’ sotto attacco della coalizione internazionale. Il governo di Tripoli riferisce anche che la Nato ha colpito oggi diversi porti e l’aeroporto a Sirte, provocando molte vittime. Bombardata anche Sabah, roccaforte della tribu’ cui appartiene Gheddafi, nel sud della Libia.
Fonte: Ansa.it

Cos’è vero e cosa non lo è? Ad attaccare Tripoli sono i Rafale dei francesi o chi? Purtroppo ancora le notizie scarseggiano; quello che pare di capire è che tutti (Gli USA) si danno da fare per dichiarare che Gheddafi non è un bersaglio, salvo poi dare l’impressione di cercarlo. Tanto le bombe mica lo sanno che Gheddafi non è un bersaglio…

Frattini, se non con NATO Italia da sola
21 marzo, 21.15
Se non fosse raggiunto un accordo per il passaggio del comando delle operazioni in Libia alla Nato, l’Italia potrebbe istituire un proprio comando nazionale separato per gestire le attivita’ di comando e controllo di tutte quelle operazioni militari, in applicazione della Risoluzione 1973, che prevedono l’uso delle 7 basi che il nostro paese ha messo a disposizione per la missione in questione. Lo dice il ministro degli Esteri Franco Frattini in una nota diffusa dalla Farnesina.

Da non interpretare male; l’Italia non combatterà da sola, ma come già accennato oggi, potrebbe decidere di usare autonomamente le proprie basi, senza ospitare più nessuno se non sotto il suo coordinamento/comando. Non ci auguriamo una situazione del genere perchè complicherebbe le cose, ma probabilmente aumenterebbe enormemente la nostra influenza sulla Libia post-conflitto. Chi vivrà vedrà.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: